LAVORI ESEGUIBILI

-     Controllo per emissione fibre nocive e cancerogene su materiali contenenti amianto per mezzo di monitoraggi ambientali in M.O.C.F. e/o S.E.M., eseguiti con strumento elettronico, in strutture ed edifici privati e/o pubblici dove c’Ŕ presenza di amianto (obbligatorio per legge - L. 257/92). Coloro che omettono di eseguire questa lavorazione potrebbero incorrere in problematiche legali di carattere civile e penale;

-     Trattamento e incapsulamento di superfici riguardanti materiali contenenti amianto per mezzo di resine acriliche specifiche certificate per legge (D.M. 20/08/1999), nebulizzate a bassa pressione in due passate di colore diverso, con idonei e specifici strumenti (obbligatorio per legge – L. 257/92). Coloro che omettono di eseguire questa lavorazione potrebbero incorrere in problematiche legali di carattere civile e penale;

-     Attuazione di programmi manutenzione e controllo, obbligatori per legge, su materiali contenenti amianto quali coperture, canne fumarie, serbatoi, pannelli, pluviali in cemento-amianto (eternit) e/o in matrice resinoide (L. 257/92 e D.M. SanitÓ 06/09/94). Coloro che omettono di eseguire questa lavorazione potrebbero incorrere in problematiche legali di carattere civile e penale;

-     Rimozione, trasporto e smaltimento di materiali contenenti amianto di qualsiasi dimensione, forma e tipologia esistente sul territorio nazionale e internazionale;

CONTROLLO, TRATTAMENTO E INCAPSULAMENTO AMIANTO – P.M.C. (L. 257/92)

-     Fase 1: La struttura in amianto (pannelli, serbatoi, cassoni, canne fumarie in eternit ecc..)  Ŕ sottoposta al trattamento per mezzo di incapsulamento con resine acriliche specifiche certificate per legge (D.M. 20/08/1999), nebulizzate a bassa pressione in due passate di colore diverso, con idonei e specifici strumenti;

-     Fase 2: La struttura in amianto Ŕ sottoposta al controllo sull’emissione delle fibre nocive e cancerogene per mezzo di monitoraggi ambientali in M.O.C.F. e/o S.E.M., eseguiti con strumento elettronico (L. 257/92).

RIMOZIONE, CARICO, TRASPORTO E SMALTIMENTO AMIANTO (L. 277/91)

-     Fase 1: La superficie dei materiali contenenti amianto (pannelli di copertura, serbatoi, cassoni, canne fumarie, in eternit ecc..) viene irrorata con prodotto specifico certificato per legge consolidante, mediante pompe a bassa pressione. Questa operazione ha lo scopo di bloccare la liberazione di fibre fissandole sulla superficie della copertura e garantire la sicurezza degli operatori e degli abitanti;

 -    Fase 2: I materiali contenenti amianto vengono rimossi singolarmente previa asportazione dei numerosi supporti vincolanti (viti, stop, staffe, chiodi, tirafondi, ficher, guaine, resine, tubi idrici di collegamento, ecc.) Ogni corpo smontato sarÓ raggruppato con altri, caricato e trasportato con idonei attrezzi nella zona di deposito temporaneo al fine di proseguire con le operazioni di rito.

 -    Fase 3: Infine tutti i materiali saranno imballati per mezzo di teli in polietilene di adeguato spessore. Ogni singolo imballo, insieme agli altri, saranno caricati su mezzo autorizzato e conferiti a discarica autorizzata.

N.B. Le aziende che operano nel campo dell'amianto, per legge, devono essere iscritte all'Albo Nazionale Gestori Rifiuti (Delibera 30/03/04 dell'Albo in rif. alla L.22 del 05/02/97). Eseguire controlli e trattamenti dell'amianto (Programmi di manutenzione e controllo – L. 257/92 e D.M. sanità 06/09/94)) è obbligatorio per legge. La mancata osservanza di ciò potrebbe generare conseguenze legali di carattere civile e penale.

Copyright © CTR S.r.l. - Via Scampitella n° 19 - 00134 Roma (Pavona)- Tel.: 0671301039 - Tel./Fax 0671301041
Informativa Privacy | Informativa Cookies